Festival

L’idea del Il Lago Cromatico nasce dalla infinite suggestioni che suggerisce il Lago Maggiore. Il Festival vedrà la musica come suo elemento portante e attraverso la musica permetterà allo spettatore di conoscere le bellezze di questa zona.

Cromatico…una parola che significa colori che cangiano, ma anche musica, armonia, movimento, fantasia…da qui:
un Lago Cromatico, per gli svariati colori dovuti alla bellezza dei paesaggi, la natura, le montagne, i borghi caratteristici e le diverse tradizioni;
un Lago Cromatico perché durante il festival verranno presentati concerti che toccheranno diversi generi, dalla classica alla musica di tradizione più popolare, senza dimenticare il jazz o la lirica.
Il Festival si svolgerà da maggio a settembre e sarà un filo che unirà tra di loro i diversi Comuni della sponda lombarda del Lago Maggiore, in particolare Taino-Angera-Ranco-Ispra-Monvalle-Brebbia-Leggiuno/S.Caterina – Laveno e in collaborazione anche con il Comitato Culturale del JRC di Ispra.

Ogni evento non sarà solo un concerto, ma anche l’occasione per conoscere le diverse tradizioni di questa zona, immergersi nella natura, gite in biciclette, ma anche mostre, visite guidate, degustazioni….
Insomma un Festival pieno di colori, di suoni, di emozioni e suggestioni ed aperto a tutti…un Festival Cromatico!

La copertina dell’Edizione 2018 è stata commissionata alla famosa decoratrice di porcellana Maria Vittoria Berrini, che ha saputo rappresentare lo spirito del Lago Cromatico: colori, natura, armonia e musica! Citando l’artista: l’idea nasce dalla possibilità di mettere in un unico progetto tre mie grandi passioni: l’arte, la musica e il mio lago, il Lago Maggiore… Le note sono un concentrato di suono ma, in questo caso, anche di immagini, forme e colori. Dentro ogni nota c’è un appunto, una nota, che descrive il lago e le emozioni che esso suscita.

Il programma completo sarà a breve a disposizione su questo sito con tutte le informazioni relative agli eventi e all’ospitalità.