Artisti

Edizione 2021 – in aggiornamento

12 Giugno, Laveno Mombello; Gianluca Corona

Gianluca Corona nasce a Milano nel 1969. Nel 1991 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Dal 1994 al 1996 frequenta lo studio del noto ritrattista Mario Donizetti a Bergamo. Successivamente inizia la sua attività professionale distinguendosi nel panorama artistico come esponente della giovane figurazione italiana. La sua ricerca espressiva si basa su una rilettura dei generi tradizionali della natura morta e del ritratto, attraverso una rappresentazione monumentale e sensuale delle forme, con particolare attenzione dedicata all’utilizzo di tecniche e materiali tradizionali. Numerose sue opere sono state pubblicate come copertine di una serie di CD di musica classica, distribuita in tutto il mondo, per la collana Concerto – Musicmedia. Nel 2019 si aggiudica il premio-acquisto della prestigiosa collezione The Bank nell’ambito della fiera GrandArt. Tra gli altri, hanno scritto di lui: Alberto Agazzani, Franco Basile, Graziano Campanini, Vladek Cwalinski, Carlo Franza, Gilberto Grilli, Gianfranco Lelj, Mario Marcarini, Pietro C. Marani, Alessandro Riva, Maurizio Sciaccaluga.

18 Giugno, Brebbia; Orchestra Canova

Definita da laRepubblica “una delle migliori realtà giovanili in circolazione”, l’Orchestra da Camera Canova è stata fondata dal suo direttore, Enrico Saverio Pagano, e da un gruppo di giovani musicisti nel settembre del 2014. Dedicata al grande scultore italiano Antonio Canova, su modello di importanti gruppi europei, ha una particolare attenzione verso il repertorio del classicismo musicale, senza però trascurare il ‘900 e la musica contemporanea. Dalla sua fondazione ha effettuato più di settanta concerti in tutta Italia e all’estero. Nella primavera del 2018 è stata selezionata dalla Fondazione Antonio Carlo Monzino di Milano per una nuova produzione de Il Flauto Magico di W.A. Mozart, andato in scena – fra gli altri – al Teatro Sociale di Mantova. Nell’autunno del 2018, sempre con la Fondazione, è stata protagonista del tour M@M – Mozart a Milano. Dedicato al rapporto fra il giovane Mozart e la città di Milano, il tour è stato portato in tredici diversi teatri (tra cui il Teatro Manzoni di Milano, l’Auditorium Da Cemmo di Brescia, il Museo del Teatro Alla Scala e il Teatro San Domenico di Crema) riscuotendo grandi successi di pubblico e critica. A marzo 2019 si è esibita di fronte al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e al Sindaco di Milano Beppe Sala, in occasione dell’inaugurazione della Torre Generali a City Life. Nel maggio 2019, in collaborazione on la giovane pianista Ginevra Costantini Negri e il mezzosoprano Manuela Custer, ha inciso “The Paisiello Academy” dedicato alla riscoperta della musica di Giovanni Paisiello. Tale album è in uscito il 28 maggio 2021 per l’etichetta Sony Classical. L’autunno 2020 ha visto l’Orchestra impegnata nelle celebrazioni del 250esimo anniversario dalla nascita di Beethoven: il 18 settembre, con Alessandro Baricco e Gloria Campaner, si è esibita presso l’Arena di Verona per il Festival della Bellezza. Lo stesso spettacolo è stato successivamente registrato presso il Teatro Comunale di Ferrara in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e distribuito a tutti gli studenti d’Italia. La Canova è “ensemble in residenza” della IUC – Concerti alla Sapienza di Roma e di Verbano Musica Estate, rassegna concertistica con sede a Locarno (Svizzera). L’attività dell’Orchestra è supportata da Ensto – Apollo e dal Gruppo Generali.

Enrico Pagano, Direttore

20 Giugno, Cerro di Laveno Mombello; Ensemble FiloBarocco

Il giovane Ensemble FiloBarocco nasce dall’incontro dei suoi componenti all’interno delle classi di violino, flauto dolce e musica da camera presso il Conservatorio G. Verdi di Como e il Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano. Fin da subito il gruppo si impegna nella ricerca di una propria sonorità e personalità artistica, già riconoscibile dai primissimi concerti, durante i quali vengono spesso sperimentati dei sorprendenti confronti tra la musica antica e diversi generi di musica popolare, in particolare irlandese. L’ensemble esordisce nel 2018 e inizia subito ad esibirsi in numerosi concerti in diverse località tra la Svizzera e il nord Italia, tra cui Melide, Pambio, Gravesano, Bellinzona, Bironico (festival CeresioEstate), Sobrio (SobrioFestival), Lugano, Arlesheim (BL), lago di Como (Villa del Balbianello), Lozzolo (festival Gaudete) e Sarre (Valle d’Aosta) presso la rassegna “Chateaux en musique”. Nel novembre 2018 ricevono la menzione speciale della giuria per il “Miglior progetto artistico” al “concorso internazionale Marcello Pontillo” di Firenze. Ad Ottobre 2019 vengono selezionati come nuovi membri del programma europeo EEEmerging per l’anno 2020-2021 per il quale sono previste tournée in Inghilterra, Slovenia, Francia, Spagna, Polonia ed Italia.

3 Luglio, Travedona Monate; FlamencoDalVivo – Paola Savino

Danzatrice, coreografa e danzaterapeuta dopo una breve formazione in danza classica Vaganova, prosegue il suo cammino formativo con lo studio del flamenco, danza contemporanea (stile Hunphrey-Limon), coreografia e teatrodanza. Dal 1990 si dedica in modo continuativo e professionale allo studio della danza e, in seguito, del cante flamenco, dando quindi inizio alla sua carriera artistica come ballerina solista e insegnante. Si esibisce in diverse manifestazioni come “Adda Danza 1° Festival della Danza Italiana”, “Guitar Event” (Trapani), Teatro Blu (Milano), Teatro Sunil (Svizzera), Fontanonedanza (Roma), Teatro Greco (Roma), Teatro Giuditta Pasta (Saronno). Danzaterapeuta, iscritta al Registro Professionale APID (Associazione Professionale Italiana DanzaMovimentoTerapia) tiene incontri di danzaterapia con bambini, anziani, adulti (in gruppi integrati con partecipanti abili e disabili) e malati psichiatrici (attualmente presso MAPP, ex Ospedale Psichiatrico Paola Pini, Milano). Il metodo usato attinge le sue radici nella metodologia FUX e nella Medicina Tradizionale Cinese. Membro del CID (International Dance Council) e docente presso la Scuola di Artiterapie M.B.A. del MAPP, Milano.

9 Luglio, Laveno Mombello; Trio Eccentrico

Trio; in quanto nasce dall’incontro di tre intraprendenti musicisti provenienti da diverse esperienze artistiche e che, oramai dal lontano 2001, danno vita a questo inconsueto progetto decidendo di collaborare insieme anche al di fuori dei rispettivi ambiti professionali. Eccentrico; anche perché non strettamente “classico”, anzi esteticamente distante dalla corrente idea di trio da camera, che ebbe maggior successo grazie all’utilizzo del violino, del violoncello e del pianoforte; ma simile nella sostanza timbrica e nella cura dell’espressione, sempre rigorosa ed elegante. Questa formazione è ormai divenuta una realtà consolidata nel panorama musicale nazionale ed internazionale esibendosi in prestigiose stagioni cameristiche (Chiese Corti e Cortili – Bologna, Sala Bossi – Bologna, Teatro Rossini – Lugo, M.I.C. – Faenza, Cortili Aperti – Modena, I martedì di San Domenico – Bologna, I Concerti della domenica Imola – Giardini Margherita – Bologna, Viva Bologna, I concerti nei Cortili – Cervia, Teatro comunale di Russi, Emilia Romagna Festival, Notturni alle conserve – Cesenatico, concerti a Nieul e Limoges in Francia, Umbria Estate – Perugia -, “Luoghi Immaginari” Tassarolo – Alessandria, Teatro Pavone – Perugia, “Valsesia Musica” Varallo Sesia – Vercelli, “Rassegna d’Autunno” Cappella dei Mercanti – Torino, “Imola in Musica”, “Bologna Estate” – Bologna, “Nei Suoni e nei Luoghi” Nova Gorica _ Slovenja, “Phonè 2008” Perugia, “Gli aperitivi del resto del Carlino” – Bologna, concerti a Wolfsburg Germania, “Bologna estate 2010” museo d’ Arte Moderna “MAMbo”- Bologna, “Festival MITO” – Milano, “Musica in Castello” – Parma, “Ischia Film Festival” Castello Aragonese di Ischia – NAPOLI – “Concerti d’estate di Villa Guariglia” Nocera Superiore – SALERNO -,”Prato Festival 2013″ – PRATO -,”Le Altre Note, Valtellina Festival” – VALDIDENTRO, SONDRIO – ecc…). Si è inoltre distinto vincendo il primo premio assoluto al Concorso Musicale Internazionale Città di Vignola – Modena come miglior formazione da camera, raccogliendo entusiasmanti critiche dai Maestri Sergio Perticaroli e Maureen Jones. Nell’estate 2003 ha frequentato il corso di musica da camera per fiati tenuto dai maestri del Quintetto Bibiena presso l’Accademia Internazionale Chigiana di Siena. Nell’ottobre 2007 il trio è stato invitato dagli Istituti Italiani di Cultura di Addis Abeba (Etiopia) e Nairobi (Kenya), nel marzo 2010 a Wolfsburg (Germania) e a Warsavia (Polonia).Pur privilegiando lo studio e l’esecuzione di un repertorio basato su edizioni originali, il trio non si limita al già sentito ed al già visto affrontando con plastica versatilità trascrizioni di vario genere, secondo uno spirito di appassionato sperimentalismo. Va in questa direzione il tributo a Federico Fellini con il progetto “Racconto di Fellini”, presentato in prima assoluta il 28 agosto 2004 a Ravenna, successivamente sviluppato e replicato inoltre città italiane insieme a Cristiano Cavina, scrittore ed autore di parte dei testi, prima ed all’attore Renato Geremicca poi. In diverse occasioni, il Trio Eccentrico si presenta in formazione allargata una delle quali vede la collaborazione del cornista Benedetto Dallaglio, assieme al quale, da oltre quindici anni, porta avanti un repertorio interamente dedicato al mondo del melodramma attraverso la rivisitazione delle più importanti sinfonie e ouverture, oltren ad un lavoro sul repertorio originale per questa formazione, fino ad approdare ad una vera e propria piece teatrale di più ampio respiro, dal titolo “Pillole d’Opera”, spettacolo modulare che vede protagonista, sul palco, in aggiunta al quartetto, una voce narrante; che a seconda dei casi può essere maschile o femminile. La dinamicità del progetto ha portato questa formazione a collaborare con diversi artisti fra cui il tenore Andrea Giovannini e il soprano Silvia Felisetti. La continua ricerca ed il bisogno fisiologico di sperimentare con rinnovato entusiasmo altri ambiti, ha dato vita al nuovo progetto dal titolo “Opera a Perdifiato” un concerto giocoso in un atto nato dalla collaborazione con l’amico, cantante, musicista e direttore d’orchestra Noris Borgogelli. Attraverso un percorso artistico così lungo ed articolato, i componenti del trio, si sono via via cimentati in numerose ed ardite sperimentazioni che li hanno portati a collaborazioni con musicisti e non di estrazioni artistiche eterogenee fra le quali emergono: la collaborazione con il percussionista Marco Zanotti con il quale hanno dato vita a “Classicamente Jazz”, un progetto interamente dedicato ai più famosi standard jazz, con il comico Maurizio Pagliari in arte Duilio Pizzocchi assieme al quale %hanno portato in scena l’inedito spettacolo comico-musicale “L’uomo che inventò la musica” scritto e diretto dallo stesso Pizzocchi, ed in ultimo il chitarrista Daniele Faraotti la cui collaborazione ha contribuite a far nascere “Experience Excentrique” un’ ardito quanto affascinante percorso attraverso i sentieri sonori del novecento che uniscono Igor Stravinsky a Frank Zappa, i Gentle Giant ad Edgard Varèse ed a molti altri.

17 Luglio, Angera; The Blue Dolls

23 Luglio, Taino; Ensemble Terra Mater

L’Ensemble Terra Mater nasce a Verona nel maggio 2016. I suoi componenti sono cinque giovani polistrumentisti innamorati della musica di tutto il mondo. La loro attività musicale proviene dal forte interesse per il patrimonio sonoro che sta alle radici delle diverse culture mediterranee e per il repertorio medioevale europeo. Il progetto dell’Ensemble Terra Mater nasce come un racconto, intessuto dalle labbra esperte della musica, sul fascino e la suggestione delle tradizioni musicali della regione mediterranea. Agli strumenti e al canto è affidato il compito di narrare un lungo viaggio alla scoperta dell’indicibile ricchezza che l’incontro con il “diverso” può far nascere, la storia di un antico dialogo fra i popoli che sempre vissero specchiandosi sul Mediterraneo. L’originale proposta dell’Ensemble consiste in un viaggio alla scoperta delle tradizioni musicali apparentemente più distanti: dal canto sefardita alla danza macedone, dalla cantiga portoghese del XIII secolo ai ritmi della musica araba: un viaggio che sa di storia e parla di passato, ma può essere ripercorso alla luce di un presente in cui il laccio che lega Oriente ed Occidente certamente non si è allentato. L’Ensemble, dall’anno della sua formazione, ha ottenuto un caloroso successo, esibendosi in diverse occasioni importanti e in luoghi di prestigio. A Verona si segnalano, fra gli altri: San Nicolò all’Arena, il Conservatorio Dall’Abaco di Verona, l’Area archeologica di Corte Sgarzerie, la Basilica di San Zeno, Santa Maria in Chiavica, il Teatro Ristori, la Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico di Verona, Palazzo Verità Poeta, Chiesa di San Giovanni in Fonte in collaborazione con gli Amici della Biblioteca Capitolare, la Biblioteca Civica di Verona, Palazzo Orti Manara. Nell’autunno del 2017, l’Ensemble partecipa alla seconda edizione di “Music 4 the Next Generation”, concorso di arrangiamento e interpretazione della tradizione musicale classica alla luce delle sensibilità contemporanee, aggiudicandosi il primo premio. Dal 2017 ha intrapreso una collaborazione con l’Associazione culturale Asia Trento che persiste tutt’ora, che lo ha portato ad esibirsi più volte presso la Sala degli Arazzi del Museo Diocesano Tridentino, in Piazza Duomo a Trento. Nell’aprile del 2018 l’Ensemble registra il disco “Terra Mater” con la casa discografica Velut Luna, e lo presenta ufficialmente al pubblico nel maggio dello stesso anno con un concerto presso la prestigiosa Sala dei Giganti del Palazzo Liviano di Padova e presso la Biblioteca Civica di Verona.

30 Luglio, Ranco; Duo Sfera

Duo Sfera è un progetto che vuol far convergere diversi mondi e linguaggi musicali in un unico canale di comunicazione: l’intento è di proporre la chitarra classica in una nuova luce e prospettiva, travolgente e coinvolgente per una larga fetta di ascoltatori; la forte componente ritmica, l’utilizzo della chitarra come percussione, tecniche tratte da chitarra acustica ed elettrica e dalle migliori pagine del repertorio colto per chitarra classica, sfumature di rock, di jazz con spazio per l’improvvisazione, musica antica, musica contemporanea, citazioni e rivisitazioni di brani noti, sono solo alcuni aspetti che lo riguardano. L’intenzione, che nasce dalla passione e dall’amore per la musica e per la condivisione, è di sdoganare la chitarra classica da contesti unicamente legati al settore specifico al fine di far apprezzare in modo più allargato questo strumento.

DANIELE FABIO inizia il suo percorso musicale studiando chitarra e composizione Jazz, svolgendo parallelamente fin da subito un’attività concertistica in ambito jazz, rock, blues, in club specializzati, anfiteatri e piazze calabresi. Entra in contatto con il mondo della musica classica studiando liuto rinascimentale e barocco presso il conservatorio di musica di Cosenza, collaborando con diverse orchestre barocche, svolgendo con esse un’attività concertistica in tutta Italia e vincendo diversi concorsi internazionali. Parallelamente approfondisce lo studio della musica etnica, della voce, composizione e arrangiamento approcciandosi allo studio di strumenti come l’oud arabo, il bouzuki irlandese, le percussioni, la chitarra-arpa, l’ocarina e il flauto dolce, mandolino, batteria, basso, tastiere, chitarra classica, acustica, elettrica e fretless. Partecipa a diverse produzioni discografiche come musicista, arrangiatore, compositore e cantante, e svolge un’intensa attività concertistica sia come turnista, sia in formazioni da lui dirette. Collabora con diverse compagnie teatrali, cura la didattica musicale presso diversi istituti Calabresi e Lombardi. Successivamente inizia la collaborazione con Antonello Gabelli, insieme al quale la nuova formazione dei Corvi come cantante chitarrista, compositore e arrangiatore. Ha vinto diversi concorsi internazionali come chitarrista e ha iniziato una collaborazione stabile con Giulio Tampalini, con il quale svolge diversi concerti in duo di chitarre, spesso componendo e arrangiando per lo stesso duo.

GIULIO TAMPALINI è oggi uno dei più conosciuti e carismatici chitarristi classici europei. Artista Warner Classics, vincitore del Premio delle Arti e della Cultura (2014), più di 25 dischi solistici all’attivo, una cattedra al conservatorio e l’onore di aver suonato per il Papa in Vaticano. Vincitore di alcuni dei maggiori concorsi di chitarra, tiene concerti da solista e accompagnato da orchestre sinfoniche in tutta Italia, Europa, Asia ed America. Nel 2001 ha partecipato al Concerto di Natale in Vaticano in onore del Papa. Numerose sono le sue collaborazioni musicali, tra cui quella con le prime parti dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Nel 2003 il suo doppio CD “Francisco Tarrega: Opere complete per chitarra” è stato premiato con la Chitarra d’Oro al Convegno Internazionale di Chitarra di Alessandria come Miglior CD dell’anno. Ha pubblicato numerosi dischi ed è docente di chitarra presso il Conservatorio di Adria Rovigo, tiene regolarmente corsi e masterclass in tutta Italia e all’estero.

31 Luglio, Angera; Quartetto Aires

Il Quartetto Aires nasce nel 2014 dal comune intento di quattro giovani musicisti curiosi di esplorare, attraverso la musica d’insieme, le potenzialità timbriche ed espressive della fisarmonica, strumento che negli ultimi decenni ha conosciuto una rapidissima crescita. I componenti del Quartetto – Alessandro Ambrosi, Alex Modolo, Mauro Scaggiante e Federico Zugno – si sono diplomati con lode presso rinomate Istituzioni musicali europee, formandosi e specializzandosi con fisarmonicisti di calibro internazionale come Geir Draugsvoll, Teodoro Anzellotti, Hans Maier, Claudio Jacomucci, Ivano Paterno, Iñaki Alberdi, Matti Rantanen, Friedrich Lips, Marko Kassl. Hanno vinto diversi premi e riconoscimenti in concorsi internazionali e perseguono una intensa attività concertistica come solisti e con ensemble di musica da camera. Il repertorio affrontato dal Quartetto Aires è frutto di una intensa attività di collaborazione con affermati compositori, tra i quali si menzionano Nicola Campogrande, Mario Pagotto, Paolo Troncon, Fabrizio Festa, Ivano Battiston: il lavoro di studio, ricerca e revisione ha contribuito alla creazione di un repertorio totalmente inedito e apposito per questa formazione. La versatilità della fisarmonica ha potuto permettere anche l’adattamento di brani della letteratura classica e barocca, nonché di repertorio prettamente cameristico. Il Quartetto Aires vanta una serie di partecipazioni ad importanti stagioni concertistiche ed eventi, tra le quali: EXPO 2015 a Milano, Nei Suoni dei Luoghi a Fiumicello (UD) e a Nova Gorica (SLO), Musikàmera presso il Teatro La Fenice (VE), FaDiesis Accordion Festival a Matera, Gressoney Walser Festival ad Aosta, Asolo Matinée (TV), Italian Festival of Arizona a Scottsdale, AZ e MIM Musical Instrument Museum di Phoenix, AZ (USA), Festival Lago Maggiore Musica (VA), International Chamber Music Festival (BS), Monza Visionaria, presso la Villa Reale di Monza (MB), Festival Internazionale di Musica di Portogruaro (VE), Maggio Rodigino a Rovigo, Bogliasco Classic Summer Festival a Genova, LAC Lugano Arte e Cultura a Lugano (CH). La stagione concertistica 2020 prevede la partecipazione del Quartetto Aires ad altrettanto rinomati Festival musicali, tra cui Stagione della Camerata Musicale Barese a Bari e Stresa Festival a Stresa (VB). Nel marzo 2018 è stato pubblicato il primo CD del Quartetto Aires, dal titolo “Alquimia”: la maggior parte dei brani in esso compresi sono inediti e dedicati dai compositori direttamente alla formazione. Oltre all’apprezzamento manifestato dal pubblico in occasione dei concerti di presentazione del CD, “Alquimia” è stato inoltre recensito positivamente da riviste specializzate nel settore. Il percorso di ricerca e sperimentazione si è concretizzato nella composizione di alcuni brani da parte di Mauro Scaggiante, componente del Quartetto Aires: la qualità del lavoro svolto ha portato a riconoscimenti internazionali come il Primo Premio al Concorso di Composizione “Bruno Serri” di Serramazzoni (MO) del 2016, oltre a significativi apprezzamenti della critica. Il biennio 2020/2021 vedrà impegnato il Quartetto Aires nella produzione di un secondo CD, nel quale saranno presentati brani esclusivamente dedicati alla formazione, composti da compositori di chiara fama internazionale, ma anche da Mauro Scaggiante, il quale mira ad approfondire l’amalgama dei quattro strumenti tramite l’utilizzo di sperimentazioni ritmico-armoniche e di sonorità new-wave. Il progetto artistico del Quartetto Aires si caratterizza per la sua assoluta unicità nel panorama musicale non solo italiano ma anche internazionale. Attraverso la produzione del CD “Alquimia”, di video musicali e interviste, e la loro relativa diffusione attraverso i canali di comunicazione più utilizzati (sia cartacei che digitali), si riscontra un crescente interesse a livello accademico del repertorio di musica d’insieme per fisarmoniche: tale interesse si manifesta nelle crescenti richieste di informazioni, consigli tecnici, pareri e aggiornamenti riguardanti i brani affrontati in primis dal Quartetto Aires. Significativa è anche l’attenzione rivolta dal Quartetto Aires alla promozione della cultura italiana nel mondo: la fisarmonica rappresenta una eccellenza artigianale italiana (la città di Castelfidardo (AN) è considerata la capitale mondiale della produzione di fisarmoniche) e la quasi totalità dei brani presentati dal Quartetto Aires è frutto della maestria di compositori italiani, la cui attività è internazionalmente riconosciuta. Il repertorio stesso affrontato dal Quartetto Aires rende onore alla cultura musicale italiana: danze popolari, città e scorci naturalistici, artisti scultori e pittori, vengono citati sovente durante la performance, suscitando fascinazione e riflessioni storico-artistiche non convenzionali.

5 Agosto, Ispra; TwoFol Quartet – Nicholas Gelli, Emilio Checchini, Luca Troiani, Pierpaolo Romani

Il Two-Fol Quartet è un quartetto di clarinetti che abbraccia tutta la famiglia dei clarinetti (basso, corno di bassetto, clarinetto in si bemolle e piccolo in mi bemolle) e che si caratterizza per la poliedricità del suo repertorio, basato esclusivamente su arrangiamenti e composizioni propri. Il programma spazia dalle ouvertures di Mozart e Rossini, ai tanghi di Astor Piazzolla, da brani della tradizione klezmer alla canzone italiana, fino a giungere a brani tratti dal mondo del progressive rock (Genesis, Area, PFM, ecc…). Oltre a numerosi concerti sul territorio italiano ed europeo, il gruppo ha all’attivo un disco prodotto dalla Visage Music e presentato in diretta su Radio Rai 3 all’interno della trasmissione Piazza Verdi. I membri del Two-Fol Quartet, singolarmente, vantano numerosi concerti da solisti con orchestra, collaborazioni con orchestre importanti, concerti in formazioni cameristiche e solistiche in diversi Stati europei e negli Stati Uniti, e partecipazioni a svariati festival nazionali e internazionali.

11 Agosto, Ranco; Bandakadabra

Carlo Petrini, giornalista, fondatore di Slow Food, l’ha chiamata una “fanfara urbana”. Calzante definizione per un gruppo che fa della città il suo sfondo ideale e della strada non solo lo scenario in cui esibirsi, ma anche il luogo da cui trarre ispirazione. Nata a Torino, la Bandakadabra ha saputo compiere negli anni un percorso artistico che l’ha portata a esplorare stili musicali diversi, cercando sempre di proporre arrangiamenti divertenti e imprevedibili. Il risultato finale è un repertorio estremamente vario che ammicca ora alle Big Band anni Trenta, ora alle fanfare balcaniche, con frequenti incursione nel rocksteady, nello ska e addirittura del drum and bass. Lo spirito è sempre irriverente perché il tratto principale della Banda, rimane la sua capacità di coinvolgere il pubblico in un dialogo continuo che si ispira all’arte di strada, fatto di sketch comici, improvvisazioni teatrali e balli sfrenati. Capace di unire l’energia delle street band alla precisione musicale dei grandi ensemble di fiati, la Bandakadabra ha iniziato a esibirsi in Italia e all’estero, arrivando in soli due anni a collezionare quasi duecento repliche tra Festival di strada, rassegne jazz e manifestazioni di indie music. Dopo la pubblicazione del disco live Entomology prodotto dalla Felmay, con la direzione artistica di Fabio Barovero, la Bandakadabra inizia a diffondere la proprio musica anche sui network radiofonici nazionali e internazionali. Oltre a essere stato disco della settimana su Fahrenheit (Radio Rai Tre), Entomology viene trasmesso da Battiti (sempre Radio Rai Tre), da Splinter & Candy (New York. U.S.) e in svariate trasmissioni in giro per il mondo, dalla Repubblica Ceca, alla Moldavia, finendo per essere incluso in diverse compilation di Ska e Rocksteady e ricevendo ottimi riscontri dalla critica specializzata. Nell’ottobre 2016 alla Bandakadabra vengono affidati gli interventi comico-musicali della Quarantesima edizione de Premio Tenco, attirando l’attenzione del pubblico e degli operatori di settore nazionali. Di assoluto rilievo anche il livello degli artisti con cui la Bandakadabra ha diviso il palco nel corso degli anni: da Roy Paci (I suoni di Terra Madre, ottobre 2013) a Goran Bregovic (Flowers 2015), passando per Vinicio Capossela (Capodanno della città di Torino 2015), i Mau Mau e i Marta sui Tubi. Con questi ultimi, la Bandakadabra ha preso parte a diverse tappe del tour 2015 oltre ad aver registrato il brano “Il giorno del mio compleanno” per la raccolta Salva Gente.

Edizione 2020

6 Agosto, Sacro Monte di Varese; Ensemble Micrologus

11 Agosto, Laveno Mombello; Siete Lunas: Astrid Quintero Reyes Percussioni, voce, flauto e chitarra ; Maggie Pitzalis Voce e percussioni ; Elisa lomazzi Voce e percussioni; Lisa Odelli Voce e percussioni ; Giulio Tosatti Percussioni e Voce

21 Agosto, Cerro di Laveno Mombello; Trio Eclectique: Alice Dondio, violino; Elena Bacchiarello, clarinetto; Clara Schembari, pianoforte

29 Agosto, Ranco; Ensemble di Trombe FVG

4 Settembre, Travedona Monate; Accordi Disaccordi

5 Settembre, Taino; Duo di Corni O. Franz: Davide Citera; Francesca Mosca

10 Settembre, Taino; Quartetto Vagamondo: Giorgio Molteni – violino; Carlo Ferrè – chitarra; Lorenzo Ravazzini – viola; Matteo Pallavera – contrabbasso

11 Settembre, Laveno Mombello Roberto Piumini – attore; Nadio Marenco – fisarmonica

12 Settembre, Ranco; Betty Colombo – attrice

13 Settembre, Angera; Quintetto Eccentrico; Noris Borgogelli – attore

10 Ottobre, Brebbia; Baroque- sax (ensemble); Jacopo Taddei, sax & I Solisti dell’Orchestra Canova – Direttore Concertatore: E. Pagano

Edizione 2019

2 Giugno, Laveno Mombello, Fanta Brass: Matteo Fagiani – Cesare Maffioletti, trombe; Andrea Testa – Giovanni Capelli, tromboni

16 Giugno, Monate di Travedona, A journey through traditional American music with Doug Rorrer & BlueDust Band

30 Giugno, Laveno Mombello, Inverna : Cristina Meschia, voce; Giampaolo Casati, tromba; Julio Fortunato, fisarmonica e contrabbasso

6 Luglio, Taino, Rhapsodija Trio : Maurizio Dehò, violino; Nadio Marenco, fisarmonica; Luigi Maione, chitarra

10 Luglio, Ranco, Mi abbatto e son Felice : di e con Daniele Ronco; regia Marco Cavicchioli

13 Luglio, Monate di Travedona, TnB Swing Band :Marina Marinaro, voce; Luca Monti, tromba; Franz e Luis, sax; Paolo Colombo, clarinetto;Roberto Clerici, trombone; Fabio Selvini, chitarra; Jonni Lazzarin, contrabbasso; Davide Rancati, batteria

24 Luglio, Ranco, Bevano Est: Stefano Delvecchio, fisarmonica Davide Castiglia, violino Giampiero Cignani, clarinetto

27 Luglio, Cerro di Laveno, Mc Deal Sextuor: Elena Bacchiarello, clarinetto; Luca Barchi, fagotto;

Davide Citera, corno; Antonio Palumbo, oboe;Marco Rainelli, flauto; Clara Schembari, pianoforte

2 Agosto, Angera, Maestrale: Filippo Gambetta, organetto diatonico; Carmelo Russo, chitarra; Sergio Caputo, violino

10 Agosto, Ranco, Inis Fail

24 Agosto, Eremo di Santa Caterina del Sasso, Silvia Chiesa – violoncello

30 Agosto, Casa Museo Pogliaghi, Willi Burger – armonica cromatica; Clara Schembari – pianoforte

6 Settembre, Ranco, Roberto Zanisi – percussioni

7 Settembre, Cerro di Laveno, Filarmonica Giuseppe Verdi

8 Settembre, Angera; Coro 7 Laghi di Varese; Gruppo Corale ANA Arnica di Laveno Mombello; I Cantori di Calastoria di Robecchetto

14 Settembre, Laveno Mombello; Coro Val Grande di Cambiasca; Coro La Rocca di Arona; Coro Fiocco di Neve di Ispra

Edizione 2018

2 Giugno, Laveno Mombello: Gruppo Corale ANA Arnica di Laveno Mombello; Coro Alpino Sestese di Sesto Calende.

17 Giugno, Angera: Coro La Rocca di Arona; Coro Fiocco di Neve di Ispra

23 Giugno, Monate di Travedona Clan Zingaro: Daniele Gregolin, chitarra manouche, Nadio Marenco, fisarmonica, Michele Gattoni, chitarra ritmica, Cesare Pizzetti, contrabbasso

30 Giugno, Angera Quintetto di percussioni Laròs

4 Luglio, Ranco Gente Fuori Posto: Daniela Tusa.

5 Luglio, Monate di Travedona Dirty Dixie Jazz Band: Lorenzo Poletti Trombone e voce; Matteo Erigoni Percussioni; Max Montagna Tuba ; Daniele Radaelli Banjo; Giancarlo Ellena Sax soprano e clarinetto; Mauro Guenza Tromba e cornetta

20 Luglio, Eremo di Santa Caterina del Sasso Arioso Ensemble: Adalberto Ferrari; Andrea Ferrari; Rocco Carbonara clarinetto e corno di bassetto

26 Luglio, Ranco La Musette du Pavè: Fabio Rossato, accordèon; Silvia De Boni accordèon e chanteuse

28 Luglio, Laveno M. HOT CLUB di Bologna: Mariangela Cofone, voce; Giacomo Desideri, sax; Simone Mercuri, chitarra; Gabriele Naldoni, basso; Daniele Ligorio, batteria

9 Agosto, Ispra La Tradizione in Musica: Sarah Leo, violino; Massimo Testa, organetto diatonico

10 Agosto, Ranco Del Barrio X 4: Hilario Baggini; voce, quena, quenacho, erke, moxenio, tarka, sikus, flauto, charango, ronroco, maulincho, bichito cordobés, chitarra, cajon Andres Langer, pianoforte, voce Marco Zanotti, bombo leguero, cajon, rullante, calebasse, pandeiro, campane, campanelli, piatti e piattini Cecilia Biondini, violoncello

31 Agosto, Cerro di Laveno La Bandela del Ghezz

1 Settembre, Cerro di Laveno Filarmonica G. Verdi di Laveno M

8 Settembre, Ispra Coro Goccia di Voce, Direttore: M° Oskar Boldre

15 Settembre, Cerro di laveno Giulio Tampalini, chitarra

21 Settembre, Monvalle PizzicanDuo: Paola Esposito, mandolino; Marco Pizzorno, chitarra

22 Settembre, Taino Um Mitternacht: Sonja Volten, soprano; Eke Simons, pianoforte

23 Settembre, Travedona di Monate Orchestra “I. Pizzetti”, Carlotta Colombo, soprano; Enrico Pagano, direttore

29 Settembre, Taino Coro Calicantus, Mario Fontana, Direttore

Edizione 2017

2 Giugno 2017 – Laveno Mombello

Academy Quartet: Nadia Magnoni , clarinetto Anna Scarbossa, clarinetto Renzo Ferrari, clarinetto Giancarlo Ellena, clarinetto basso

16 Giugno 2017 – Barza – Ispra

Coro Femminile Sophia, Direttore: Stefano Torresan

5 Luglio 2017 – Ranco

Betty Colombo e Adalberto Ferrari

8 Luglio 2017 – Leggiuno

Dirty Dixie Jazz Band: Lorenzo Poletti, trombone, voce Matteo Erigoni, percussioni Max Montagna, tuba, sousaphone Daniele Radaelli, banjo Giancarlo Ellena, sax soprano, clarinetto Mauro Guenza, tromba, cornetta

15 Luglio 2017 – Angera

Eyal Lerner, flauto; Nadio Marenco, fisarmonica

19 Luglio 2017 – Ranco

The Cocoon : Galliani, contralto Marcello Colò, batteria Fabio Mazzola, contrabbasso Michael Alberga, chitarra

27 Luglio 2017 – Monvalle

Brass Volè: Mariano Cirigliano, clarinetto Sebastiano Giordano, tromba; Federico Salemi, sax contralto Andrea Scavini, trombone Jimmy Cetrulo, percussioni Giada Bianchi, sax baritono

2 Agosto 2017 – Eremo di Santa Caterina_Leggiuno

Stefan Milenkovich, violino

5 Agosto 2017 – Ispra

Quartetto Auris & Daniele Del Bandecca

10 Agosto 2017, Ranco

Chicago Stompers

11 Agosto 2017 – Funivia del Lago Maggiore; Laveno M.

Marco Rainelli, flauto; Marco Brusa, chitarra

27 Agosto 2017 – Monate di Travedona

Duke Ellington My Love: Riccardo Zegna, pianoforte; Giampaolo Casati, tromba; Davide Garola, trombone; Claudio Chiara, sax alto; Pietro Tonolo, sax soprano-tenore; Marco Moro, flauto e sax tenore; Davide Nari, sax baritono; Elena Bacchiarello, clarinetto; Simone Monnanni, contrabbasso; Roberto Paglieri, batteria
Vocalist:Chantal Saroldi; Maria Grazia Scarzella; Cristina Meschia

Filarmonica “G. Verdi” di Laveno M. – 9 Settembre 2017 – Cerro di Laveno

Mangia, Bevi, Bici …in Musica – 10 Settembre 2017 – Ispra

Gruppo Ticinese Corno delle Alpi

La Bandela del Ghezz: Emiliano Romano,sax soprano, voce; Max Testa,organetto diatonico,voce, percussioni

Cristina Meschia

17 Settembre 2017 – Angera

Comaci Boschi, flauto; Alessandra Ziveri, arpa

Chiesa di S. Stefano, 23 Settembre 2017 – Taino

Sonja Volten, soprano; Alexander Zyumbrovskiy, violoncello; Orchestra Giovanile “I. Pizzetti” – Direttore: Enrico Pagano

LagoCromatico - LOGO-23

Edizione 2016

Duo SuonoVivo5 Giugno 2016 – Laveno Mombello

LORIS STEFANUTO, percussioni; MASSIMILIANO ALLOISIO, chitarra

Quartetto di Fiati d’O.C. – 18 Giugno 2016 – Vigneti Cascina Piano

MARCO RAINELLI , flauto traverso; SIMONE MARGAROLI, clarinetto; ELISA GIOVANGRANDI,corno; LUCA BARCHI, fagotto

Quartetto di Saxofoni Auris – 25 Giugno 2016 – Laveno Mombello

MARTINA DAGA, Saxofono Soprano; ORLANDO CIALLI, Saxofono Contralto; GIADA MORETTI, Saxofono Tenore; GIULIA FIDENTI, Saxofono Baritono

Opera Guitta 7 Luglio 2016 – Ranco

scritto e diretto da Antonio Vergamini con Nicanor Cancellieri, Silvia Laniado, Franca Pampaloni

prodotto da Associazione Longuel, Trio Trioche

in coproduzione con Mirabilia Festival, Spazio Circo Bergamo, in collaborazione con Théâtre de Colombier (Svizzera)

Dirty Dixie Jazz Band 7 Luglio 2016 – Ranco

Lorenzo Poletti Trombone e voce; Matteo Erigoni Percussioni; Max Montagna Tuba ; Daniele Radaelli Banjo; Giancarlo Ellena Sax soprano e clarinetto; Mauro Guenza Tromba e cornetta

Manomanouche Quartet 16 Luglio 2016 – Angera

Nunzio Barbieri e Luca Enipeo, chitarra; Pierre Steeve Jino Touche, contrabbasso; Massimo Pitzianti, fisarmonica e bandoneon

Ensemble de Saxophones di Varese 21 Luglio 2016 – Ranco

A Kind of Miles 27 Luglio 2016 – Monvalle

Alberto Mandarini, tromba, flicorno; Enrico Merlin, chitarra; Dino Cerruti, contrabbasso; Rodolfo Cerbetto, batteria, percussioni

Sergio Scappini 3 Agosto 2016 – Ispra

Horus Percussion Ensemble 6 Agosto 2016 – Ranco

Giulio Tampalini 1 Settembre 2016 – Brebbia

Babbutzi Orkestar 3 Settembre 2016 – Brebbia

Duo d’Arpe Alchimia 9 Settembre 2016 – Eremo di S. Caterina

Alice Caradente e Alessandra Ziveri

A tutto Mozart! 16 Settembre 2016 – Barza (Ispra)

Monica Elias, soprano; Matteo Ferrario, violino; Clara Schembari, pianoforte; Coro della Scuola per Adulti del Conservatorio “A.Vivaldi”; Coro di Voci Bianche “Stringhe Colorate”

Orchestra a Plettro Città di Milano con la partecipazione di Willi Burger- 23 Settembre 2016 – Taino

LagoCromatico - LOGO-23

Edizione 2015

Trio Around Music13 Giugno 2015

LUCIA MAGOLATI, flauto; FABIO TRIMARCO, tromba; FEDERICO DE LAURO, organo

Silvio Zalambani Amerindia Ensemble – 30 Giugno 2015
SILVIO ZALAMBANI sax soprano solista e arrangiatore; CHIARA LUCCHINI sax contralto;ISABELLA FABBRI sax contralto; ANNA PAOLA DE BIASE sax tenore; ALESSIA BERRA sax baritono

La Lirica per 4 Jazzisti 8 Luglio 2015

RICCARDO ZEGNA, pianoforte; GIAMPAOLO CASATI, tromba; DINO CERRUTI, contrabbasso, RODOLFO CERVETTO, batteria

Quintetto d’ottoni Toscanini 12 Luglio 2015

MATTEO BESCHI, MARCO CATELLI, trombe; ANTONIO MARTELLI, trombone; GIANNI GATTI, tuba;VALENTINO SPAGGIARI, euphonium e arrangiamenti.

Ne’ Lieti Calici , Degustazioni eno-musicali tra salotto e teatro 15 Luglio 2015

ANNA CHIERICHETTI – soprano; RICCARDO BOTTA – tenore; NICOLA CERIANI – baritono

Ensemble Punto Flamenco – 24 Luglio 2015

MariaRosaria Mottola – bailaora, coreografa, insegnante, organizzazione e direzione artistica Milano Flamenco Festival.

I Violini di Santa Vittoria – 1 Agosto 2015

DAVIDE BIZZARRI; ORFEO BOSSINI; ROBERTO MATTIOLI; CIRO CHIAPPONI; FABIO ULIANO GRASSELLI, contrabbasso.

Rhapsodjia Trio – 6 Agosto 2015

MAURIZIO DEHO’, violino; NADIO MARENCO, fisarmonica; LUIGI MAIONE, chitarra

Filarmonica Giuseppe Verdi – 5 Settembre 2015

Sergio Scappini, fisarmonica – 7 Settembre 2015

Willi Burger, armonica cromatica; Clara Schembari, pianoforte – 11 Settembre 2015