Trio Eclectique, 21 Agosto

Trio Eclectique: Alice Dondio, violino; Elena Bacchiarello, clarinetto; Clara Schembari, pianoforte

Teatro e Musica sono i protagonisti di questo interessante progetto: Milhaud, Poulenc, Stravinskij scrissero i brani presentati nel concerto per delle rappresentazioni sceniche …ma le loro opere sono in grado di vivere anche senza un’azione teatrale. Dalle sonorità sudamericane della Suite di Milhaud , scritta per il dramma Le Voyageur sans bagage, all’opera di Poulenc, una serie di danze scritte come musica di scena per la commedia L’invitation au Chateau attualmente ancora di rara esecuzione, nonostante il grandissimo successe che ebbe all’epoca e che affascina per l’atmosfera spensierata da Belle Epoque, per passare poi alla Suite di danze scritte da Shostakovitch, terminando con il rigore “geometrico” e il talvolta stridente sarcasmo del L’Histoire du Soldat.

Alice Dondio ha studiato violino sotto la guida di Gisella Curtolo, diplomandosi nel 2017 presso il Conservatorio di Bolzano con il massimo dei voti e lode. Ha partecipato a masterclass con docenti quali Pavel Vernikov, Ilya Grubert, Rainer Schmidt (Hagen Quartett), Suyoen Kim (Artemis Quartet). Presso l’Accademia di Portogruaro ha seguito un corso di perfezionamento annuale con Lukas Hagen, con il quale attualmente prosegue i suoi studi presso l’Universität Mozarteum di Salisburgo. Dal 2015 viene ammessa regolarmente ai corsi dell’Accademia Mahler di Bolzano, esibendosi a fianco dei musicisti della Mahler Chamber Orchestra e degli English Baroque Soloists sotto la direzione di direttori quali Daniel Harding, Lahav Shani e Matthias Pintscher. Ha debuttato come solista con l’Orchestra del Conservatorio di Bolzano eseguendo il Concerto di Beethoven (direttore Emir Saul). Attualmente collabora con la Camerata Accademica Salzburg ed ha inoltre collaborato con la Filarmonica del Festival di Brescia e Bergamo, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, la Streicherakademie Bozen e il Collegium Musicum Bozen. Appassionata camerista, ha ricevuto importanti impulsi da Andrea Repetto, Gisella Curtolo, William Coleman e Rainer Schmidt e forma un duo stabile con il pianista Matteo Scalet. In varie formazioni ha preso parte a festival e masterclass quali Festival internazionale Mozart di Rovereto, Järna Festival Academy, Notos Quartet Chamber Academy, Euyo Chamber Academy.

Elena Bacchiarello, clarinetto: si diploma nel 2012 presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova con il massimo dei voti. Prosegue con il Diploma Accademico di II Livello, specializzandosi in Musica da Camera, sotto la guida dei Maestri Massimo Conte e Massimiliano Damerini, conseguito anch’esso nel 2014 con il massimo dei voti. Durante il Compimento Superiore ha svolto l’Erasmus presso il Koninklijk Conservatorium Brussel sotto la guida del Maestro Benjamin Diltjens. Ha preso parte a diverse formazioni cameristiche, con le quali ha partecipato al Concorso Internazionale Città di Chieri ricevendo una Menzione Speciale e al Concorso Internazionale Città di Cortemilia, ricevendo il 2° Premio. Nel 2012 ha suonato presso “Centre Universitarie Méditerranéen” di Nizza nel ruolo di solista. Ha collaborato con la Palestine Youth Orchestra nella tournèe avviatasi al Teatro Carlo Felice e proseguita a Firenze, Roma, Ravello e in seguito una tournèe in Giordania. Ha collaborato con l’Orchestra Simon Boccanegra di Genova, con la quale ha svolto nel ruolo di 1° Clarinetto Traviata e Barbiere di Siviglia e il Concerto K622 di W. A. Mozart in qualità di solista. Ha suonato presso il Teatro Verdi di Milano con l’Orchestra del Conservatorio N. Paganini, nel ruolo di 1°Clarinetto per Rhapsody in Blue di G. Gershwin eseguita dal Maestro Andrea Bacchetti. Si esibisce con il Clarinetto e Clarinetto Basso, con differenti formazioni cameristiche nell’ambito del Festival Fiati di Novara, Festival Federico Cesi, Music Festival presso l’Abbazia di San Fruttuoso di Camogli, Festival Marenco di Novi Ligure, Festival del Compositore di Genova, Accademia Ligustica di Genova, Festival Musicale Giovani Concertisti di Loano (SV), Festival Internazionale di Musica di Savona, Concerti di Primavera di Imperia. Collabora inoltre con la Filarmonica di Chiavari, Orchestra Sinfonica di Alessandria.

Clara Schembari, pianoforte: ha studiato presso il Conservatorio A.Vivaldi di Alessandria, dove si e’ diplomata con il massimo dei voti nel 2000. La sua attività concertistica l’ha portata ad esibirsi sia come solista che in formazioni cameristiche nelle maggiori città italiane (in particolare Milano, Torino, Roma, Savona, Parma, Venezia, Firenze, Lucca, Massa Marittima, Foligno, Belluno…) e all’estero in Francia, in Svizzera, Germania, Singapore (Teatro Esplanade) ottenendo ovunque un caloroso successo di pubblico e critica. Tra gli altri suona in duo con l’armonicista Willi Burger, con il fisarmonicista Nadio Marenco con il fisarmonicista Nadio Marenco e il flautista Marco Rainelli, ma svariate sono le formazioni con cui ha collaborato dimostrando una grande versatilità (Monica Elias, soprano; Rocco Parisi, clarinetto; Coro “A.Vivaldi”,Quintetto d’ark, Orchestra di violoncelli Bricconcelli, Dino Cerruti…e molti altri). Negli ultimi anni, si e’ esibita in una serie di concerti per la Commissione Europea. Si è distinta in diversi concorsi nazionali ed internazionali, ottenendo svariati premi. Ha studiato con Sergio Perticaroli, Bruno Canino, Franco Scala, Lylia Zilberstein e Pier Narciso Masi con il quale si è anche perfezionata presso l’Accademia Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, conseguendo il diploma in musica da camera nel 2004. Contemporaneamente allo studio del pianoforte ha concluso gli studi universitari, conseguendo con il massimo dei voti la laurea in Fisica presso l’Università del Piemonte Orientale di Alessandria e nel 2011 il titolo di dottorato in fisica presso l’Università di Genova con un contratto di ricerca presso il JRC di Ispra. Nel 2013 decide di abbandonare l’attività di ricerca scientifica, per dedicarsi solo all’attività concertistica e didattica, ma dal 2012 inizia anche un’intensa attività di organizzazione di eventi musicali e culturali con stagioni concertistiche e progetti sociali, come percorsi educativi rivolti ai detenuti (progetto “Guardami” – 2013 Carcere San Michele di Alessandria)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *