Quartetto Vagamondo, 10 September

Quartetto Vagamondo: Giorgio Molteni – violino; Carlo Ferrè – chitarra; Lorenzo Ravazzini – viola; Matteo Pallavera – contrabbasso

GIORGIO MOLTENI: Nato a Padova da una famiglia di musicisti, compie gli studi musicali presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano sotto la guida del M° Osvaldo Scilla, diplomandosi nel 1998. Dedica una parte importante della propria attività alla musica da camera, esibendosi in formazioni cameristiche ed orchestrali. Attivo come solista in Italia e all’estero, tiene numerosi concerti in duo con la pianista Cristina Molteni, in Trio con il Trio Solista del Conservatorio Verdi di Milano ed in Quartetto con il Quartetto d’archi Pàrodos. Ha interpretato in qualità di solista i massimi capolavori del repertorio per violino e orchestra con diverse compagini orchestrali. In 1996, insieme al chitarrista ed etnomusicologo Carlo Ferré, ha fondato l’ensemble VagaMondo con lo scopo di contribuire a riaffermare l’importanza storica e culturale della musica popolare e folk, dedicandosi in particolar modo allo studio della prassi esecutiva violinistica di questo repertorio: ha affrontato quindi il repertorio dell’Est Europa (musica balcanica, la cultura tzigana ed il repertorio Yiddish), la musica tradizionale del Nord-Italia (con particolare riferimento al lavoro del violinista folk Melchiede Benni), la musica Celtica (arie, hornpipes, gighe, reels e composizioni originali del musicista Turlog O’Carolan) e il repertorio folk delle 2 Americhe (Sud America – i tanghi e le milonghe dalle radici alle contaminazioni contemporanee – Nord America – il repertorio Cajuns, la musica Country Bluegrass e Texas Style). Passando invece all’aspetto didattico, ha iniziato la sua attività nel campo dell’insegnamento come assistente di Osvaldo Scilla presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Molto attento allo studio delle diverse scuole violinistiche, è un grande sostenitore del più moderno metodo didattico violinistico esistente, nato dalle teorie della violinista e violista ungherese Kató Havas. E’ direttore didattico della Nuova Scuola di Musica di Cantù (CO). In 2001, con la Nuova Scuola di Musica di Cantù e la direzione artistica del M° Pierangelo Gelmini, ha fondato l’Orchestra Giovanile “Città di Cantù”, vera e propria Orchestra Sinfonica che raccoglie ben 110 giovanissimi musicisti (dai 6 ai 14 anni) provenienti dalla provincia di Como, Lecco, Varese e dal Canton Ticino. E’ direttore artistico della sezione violino del “Barlassina Young Talentes Competition”, concorso che rende possibile a tutti i giovani musicisti nati dopo il 31 dicembre 1995 di scegliere e interpretare uno tra i più importanti concerti per violino e pianoforte accompagnati da un’Orchestra Sinfonica di livello internazionale. Suona un violino di Gaspare Lorenzini del 1767. Usa inoltre per i concerti uno strumento di Riccardo Antoniazzi del 1906.

CARLO FERRE’ Docente di chitarra presso diversi istituti musicali della provincia di Milano, Varese e Como, da anni si dedica alla ricerca, all’approfondimento ed alla prassi esecutiva della Cultura Musicale Popolare. A questo fine, dopo aver conseguito il diploma sotto la guida del M° Mauro Storti presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza, ha proseguito lo studio frequentando corsi di perfezionamento strumentale, di didattica e di etnomusicologia. Attivo come concertista in Italia e all’estero, si è esibito nell’ambito di numerose rassegne e stagioni musicali. In 1996, insieme al violinista Giorgio Molteni, ha fondato l’ensemble Starij Arbat con lo scopo di contribuire a riaffermare l’importanza storica e culturale della musica popolare e folk, dedicandosi in particolar modo allo studio della prassi esecutiva chitarristica di questo repertorio: ha affrontato quindi il repertorio dell’est Europa (musica balcanica, la cultura tzigana ed il repertorio Yiddish), la musica tradizionale del nord-Italia , la musica celtica (Arie, hornpipes, gighe, reels e composizioni originali del musicista Turlog O’Carolan) e il repertorio folk delle Due Americhe (Sud America – i Tanghi e le Milonghe dalle radici alle contaminazioni contemporanee – Nord America – il repertorio Cajuns, la musica Country Bluegrass e Texas Style). All’attività concertistica affianca quella didattica.Attualmente insegna chitarra presso la Scuola Civica di Musica “Associazione Musicale Symphonia” di Gorgonzola, la Nuova Scuola di Musica di Cantù, l’associazione culturale “Ricercare” di Cislago e il Liceo Musicale “V. Bellini” di Tradate.

LORENZO RAVAZZANI Si è diplomato in Viola nell’anno 2000 presso il Conservatorio di musica “G. Verdi” di Milano sotto la guida della M° Cristina Pederiva e successivamente si è perfezionato in Viola alla Scuola di Musica di Fiesole (FI) con il M° A. Farulli. Attualmente è iscritto al Biennio di Specializzazione in Viola (indirizzo didattico) al Conservatorio di musica “G. Verdi” di Milano e al Corso Quadriennale in Musicoterapia presso la Sezione musica del CEP di Assisi. Ha suonato come prima viola e viola solista (Trauermusik, P. Hindemit) nell’orchestra da camera “Millennio” per la stagione 1997/98 al Teatro Olmetto di Milano e per la stagione 1998/99 al Teatro Libero di Milano. Suona nell’ Orchestra dell’Università degli Studi di Milano fin dalla sua fondazione collaborando con Enrico Bronzi, Davide Formisano, Luisa Prandina, Andrea Tacchi, Mario Brunello, Vadim Repin, Simonide Braconi, Francesco Manara, Fabio Vacchi e altri musicisti di fama internazionale. Collabora inoltre con l’orchestra “Guido Cantelli” di Milano, con la “Piccola sinfonica di Milano” e con l’orchestra dell’ Accademia di Arti e Mestieri del Teatro alla Scala di Milano, dove ha suonato diretto dal M° Riccardo Muti e con la quale nella stagione del Teatro alla Scala 2004/2005 ha rappresentato “ Il barbiere di Siviglia”. Ha fondato insieme a Enea Leone e Giorgio Molteni il “ Trio solista ”, (Violino, Viola e Chitarra), con cui ha ormai un’intensa attività concertistica in tutta Italia e all’estero; Nel Settembre 2003 con Trio è stato in tournèe in Romania , suonando nei principali teatri delle Filarmoniche di Stato. Con il quartetto ha anche inciso diverse colonne sonore di film italiani e il concerto di Mauro Giuliani per chitarra e archi con il solista Enea Leone e diverse colonne sonore di film italiani. Ha inoltre inciso un disco assieme al Trio Solista con musiche di Astor Piazzolla pubblicato nel 2004 dalla Lira Classica M.A.P. di Massimo Monti. Since 2004 collabora con l’ Istituto Nazionale Tumori di Milano nei laboratori di Musicoterapia e Informatica musicale con i pazienti.

MATTEO PALLAVERA Nasce a Somma Lombardo (VA) il 20 Marzo 1979. Inizia gli studi musicali all’età di 8 anni con il Mo Luigi Vicari con il quale si approccia alla chitarra classica. Dopo cinque anni di studio, inizia un percorso più vicino alla musica leggera e studia basso elettrico con Augusto Gentili, Massimo Moriconi e Riccardo Fioravanti. Contemporaneamente presso il centro espressione Musicale di Gallarate studia ear training e tecnica d’improvvisazione. Studia contrabbasso con il Mo Stefano Dall’Ora e composizione con i maestri Giorgio Tedde e Mariella Digiovannantonio presso il Conservatorio G. Verdi di Como. In ambito classico ha collaborato con Orchestra del Lario, Amadeus Ensemble, Camerata dei laghi e varie formazioni cameristiche. Ha lavorato con i maestri Bruno dal Bon, Pierangelo Gelmini, Roberto Bacchini, Loriano Blasutta, Thomas Scardoni. E’ membro stabile dell’Orchestra Harmonia di Vergiate (VA). Suona con il quartetto Vagamondo con Giorgio Molteni, Lorenzo Ravazzani e Carlo Ferrè eseguendo un repertorio di musica popolare della tradizione italiana e straniera. Nella musica lggera ha collaburato con Dockery Farms alla registrazone del CD 51.20 (2006), con i cantautori Piero Costa e Marco Antonio Turconi, in varie formazioni blues e jazz. In 2009 ha seguito tutto il tour europeo di Manolo (chitarrista dei Gipsy Kinks) . Ha lavorato per Antenna 3 e telelombardia. Ha collaborato con Mediaset e ha prodotto colonnesonore per pubblicità. Fino al 2010 ha lavorato come insegnante presso il Centro Espressione Musicale, e ha collaborato con scuole pubbliche elemntari e medie per l’insegnamento della musica. Ad oggi oltre l’intensa attività musicale insegna presso Amadeus Musica teoria e solfeggio, basso elettrico e contrabbasso

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *