27 Agosto_Monate di Travedona: Duke Ellington My Love

27 Agosto; Monate di Travedona_ore 21:30

Sala Don Luigi Ponti_Circolo Canottieri di Monate

Via Binda 2, Monate di Travedona

 

DUKE ELLINGTON My Love

RICCARDO ZEGNA

“ORIGINAL STANDARD NONET AND VOCALS”

Riccardo Zegna, pianoforte

Giampaolo Casati, tromba; Davide Garola, trombone; Claudio Chiara, sax alto;

Pietro Tonolo,sax soprano-tenore Marco Moro, flauto e sax tenore; Davide Nari, sax baritono;

Elena Bacchiarello, clarinetto; Simone Monnanni, contrabbasso; Roberto Paglieri, batteria

Vocalist:

Chantal Saroldi; Maria Grazia Scarzella; Cristina Meschia

locandina_27-agosto_def

INGRESSO LIBERO

L’omaggio a Duke Ellington vuole rendere godibile in termini di ascolto e di accrescimento culturale una certa tipologia di Jazz classificata mainstream o traditional di chiara matrice afroamericana; genere che con difficoltà oggi viene proposto nelle principali rassegne del settore le quali offrono musica di qualità ma con pochi nessi con la tradizione del jazz classico. “DUKE ELLINGTON MY LOVE”, nell’interpretazione di musicisti di estrazione jazz, stilisticamente diversi tra loro ma uniti nella sensibilità musicale del progetto, si pro-pone un tributo alla memoria del grande Duca che con la sua musica ha rappresentato il punto d’incontro tra l’improvvisazione e la composizione.

Riccardo Zegna: nato a Torino nel Luglio 1946 da una famiglia di musicisti. riccardozegna1Il padre si esibiva con una sua band negli anni `50 come sassofonista e fisarmonicista. Riccardo comincia a suonare la batteria a cinque, sei anni ed in quelli successivi le percussioni con la band del padre. A 13 anni inizia lo studio del pianoforte classico, si diploma al liceo artistico di Savona nel 1967 e successivamente al Conservatorio di N. Paganini di Genova a pieni voti nel 1970. Contemporaneamente frequenta in quegli anni la facoltà di architettura di Torino e Milano che poi abbandona nel 1973 per dedicarsi totalmente alla musica. Dal 1972 al 2003 insegna al Liceo Artistico di Savona. Nel 1978 conclude la breve attività come solista di musica classica e si dedica totalmente al jazz con le sue prime ed importante collaborazioni con jazzisti storici tra cui Buddy Tate, Eddie `lockjaw` Davis ed Harry `sweets` Edison. Inizia diverse collaborazioni con i più importanti musicisti jazz italiani al club storico `Capolinea` di Milano ed in seguito con alcune delle più note cantanti jazz italiane. Nei primi anni ’80 collabora in Italia con famosi musicisti americani tra cui, Pepper Adarns, Bob Berg, Lee Konitz, George Coleman, Kay Winding ed altri. Dall’83 inizia come docente i corsi di Siena Jazz, partecipa al `Parade Du Jazz` di Nizza nel 1983 e nel 1985 nella seconda meta degli anni ’80 costituisce una sua band; `Unit Line Jazz Orchestra` in cui sperimenta le propie composizioni. Nel contempo apre una nuova parentesi dall’ 87 in poi come esecutore di musiche di George Gershwin con A.Plotino e L’orchestra del Teatro di Genova. Riprende la stessa collaborazione poi nel `90 ma come arrangiatore per un nuovo progetto strumentale con i solisti Kenny Wheeler e Dave Liebman. In seguito collabora con Pietro Tonolo e Joe Chambers realizzando il cd, `Alliance`. Negli anni successivi intensifica la sperimentazione e ricerca sulle proprie composizioni esibendosi sempre più in piano solo realizzando poi nel 1996 `Andalusa` in cui cerca la funzione tra il linguaggio e la tematica jazz di tradizione con una parte di letteratura pianistica del primo `900. Nel 1997 realizza `Green Dolphin Street` dal vivo ai Seminari genesi, nel contempo realizza due progetti di P. Tonolo, `Simbiosi` e `Disguise`. Nel 1999 e 2001 collabora con Paul Jeffery alla Duke University e si esibisci al Savoy Club di New York. Nel 2002 collabora con Klaus Gesing per la `Rai Orf` di Vienna. In questi ultimi anni riprende la ricerca compositiva iniziata con `Andalusa` sperimentando un ensemble jazz e classico con: il ` Not Just Jazz` Group realizzando il cd, `Piccolo Valzer`, e poco dopo un progetto più minimalista quale `Barcarola` con il pianista e fisarmonicista Gil Goldstein. Partecipa alla realizzazione del progetto`Oltre mare` di P. Tonolo con il leggendario, Paul Motian sempre per l’Egea Edizioni. Partecipa alle edizioni di Umbria Jazz dal 1999 al 2003. Nel 2004 ha collaborato al Festival Jazz di Southport (UK) e in Italia con Charlie Mariano e a Luxemburg con Andy Shepperd. Nel gennaio 2006 pubblica `Carillon`.

GianPaolo Casati: Diplomato al Conservatorio ” N.Paganini” di Genova nel 1985, svolge da diversi anni attività concertistica, didattica e di arrangiatore per Big Band e combo Jazz. Ha collaborato con moltissimi musicisti italiani e stranieri suonando nei maggiori Festivals Italiani , Europei , Americani ed Asiatici; ha partecipato a trasmissioni radiofoniche e televisive nonché alla produzione di colonne sonore per cinema, teatro e pubblicità. Le prime collaborazioni importanti risalgono agli anni ’80; tra queste si ricordano la ” A.T. BigBand” di Gianni Basso, il quartetto di TullioDe Piscopo, Riccardo Zegna Unit Line, la Keptorchestra ed il quintetto di Piero Odorici. Nel 1991 si propone alla guida di un trio drumless con il contrabbassista Rosario Bonaccorso ed il chitarrista Alessio Menconi. Nello stesso anno costituisce assieme a Piero Leveratto la “Bansigu Big Band” assumendone la direzione. Nel 1992 viene chiamato a far parte della Grande Orchestra Nazionale di Jazzdiretta da Giorgio Gaslini. Sempre nel 1992 suona nel quintetto di Ralph Moore comprendente Ben Riley e nella Big Band di Natalie Cole. Nello stesso anno incide per Pentaflower il C.D. “Art Song” del Nuovo sestetto Italiano di Gianni Cazzola. Nel 1994 entra nella Big Band di Mario Raia con la quale incide il disco “Ellington” (premio della critica). Contemporaneamente incide con la Keptorchestra e Steve Lacy , con Marcello Tonolo e il primo disco a suo nome ” In Jazz”. Sempre nello stesso anno compone per l’orchestra di ottoni del Teatro Carlo Felice di Genova il brano “Lady S”. Nel 1995 viene invitato per la prima volta al Festival Jazz di Durham in North Carolina U.S.A. Incide il disco della Keptorchestra “Miss Etna” con ospite Joe Lovano e viene chiamato da Bruno Tommaso a far parte della Grande Orchestra Nazionale dell’ A.M.J. Nel 1996 viene invitato a suonare a New York dove tornerà cosi come in North Carolina negli anni ’98,’99 e 2000. Sempre nel ’96 viene invitato, primo musicista italiano ai Festivals di Osaka e Kobe in Giappone.Nello stesso anno incide il disco “Disguise” di Pietro Tonolo. Nel 1997 suona al Festival di Roccella Ionica. Partecipa alle sedute di registrazione delle orchestre di Mario Raia, Riccardo Luppi e Gap Band (dedicato a Domenico Modugno). Nel 1998 esce il suo secondo disco “Memories of Louis” e partecipa con il progetto Banda Sonora di Battista Lena a una tournee in Cina suonando tra l’altro ai Festivals di Pechino e Shangai. Nel 1999 torna in Giappone ,suona in clubs a New York ed in festival in U.S.A., partecipa ad Umbria Jazz esegue tournee in Austria Germania Francia ed Italia. Nel 2000 oltre al consueto appuntamento negli Stat i Uniti suona ad Umbria Jazz nel progetto di Enrico Rava dedicato a Lucio Battisti.1 Nel 2001 incide con Battista Lena il C.D “I Cosmonauti” per l’etichetta francese Label Bleu che verrà presentato il prossimo Ottobre al Teatro Regio di Torino ed al Nuovo Auditorium di Roma. Nel 2002 viene chiamato dalla grande Carla Bley a suonare nella sua orchestra esibendosi nei migliori Festivals europei come concerto evento.A termine del tour è stato ingaggiato per la registraz ione C.D dell’orchestra “Looking for America” realizzato a New York. Sempre nel 2002 ha suonato in numerosi concerti con il quintetto di Benny Golson e col quintetto di Don Braden. Nel 2003 è stato invitato a numerosi festival italiani ed internazionali tra cui il festival di Kobe in Giappone. Dal 1984 al 1994 è stato docente presso la scuola di musica del “Louisiana Jazz Club”di Genova, dal 1991 insegna alla Civica Accademia Musicale di Ovada(Al).E’ docente di tromba e del corso di orchestra Jazz alla Scuola Musicale G.Cont e di Genova dove collabora anche in veste di direttore artistico per la manifestazione “Pegli Jazz”.Ha insegnato presso il Conservatorio N.Paganini di Genova pratica di orchestra Jazz, hatenuto seminari in molte città italiane, al Conservatorio di Marsiglia (Francia) e al dipartimento musica della prestigiosa Duke University del North Carolina U.S.A. Ha collaborato più volte con Siena Jazz durante i corsi invernali e dal 2002 è titolare della cattedra di tromba e musica d’assieme ai corsi estivi. Nel 1993 è stato uno dei fondatori dei seminari e festival “Acqui in Jazz” di cui è tuttora direttore artistico. Dal 2002 è anche direttore artistico del festival “Pegli Jazz” di Genova.

Davide Garola: Si cimenta nello studio della chitarra all’età di sette anni e a dieci si esibisce abitualmente in pubblico come chitarrista e cantante; a sedici anni intraprende lo studio della tromba presso il conservatorio G. Verdi di Torino. In parallelo agli studi classici, spinto dalla passione e dall’interesse per la musica afro-americana, studia il trombone coulisse con il maestro Johnny Capriuolo. Comincia ad esibirsi nella Big Band di R. Andreoli con la quale tiene numerosi concerti in Italia ed in Germania. Con il quintetto di tromboni composto da J. Capriuolo (1° trombone della RAI di Torino), R. Andreoli, G. Marchesi (trombone basso della Rai di Torino) e G. Bogliano (trombone dell’orchestra di Gianni Basso), partecipa alla “IV Rassegna Internazionale di Jazz di Moncalieri”. Nel 2006 realizza la colonna sonora per la presentazione di Terra Madre e Slow Fish in collaborazione con Ciro Buttari e Fabio Giachino. Partecipa al “Corto in Bra” con una sonorizzazione in tempo reale di alcuni film muti. Suona in diverse formazioni fra le quali: “Corde a coulisse” trio jazz tradizionale, “Corde, pistoni, tasti e coulisse” duo con il chitarrista Pino Russo, “Cineorchestra” progetto audiovisivo fra cinema muto e sonorizzazione musicale in tempo reale, “Scelta Orchestra” progetto con formazione flessibile per intrattenimento, eventi e realizzazione di colonne sonore. Ha inoltre suonato in varie formazioni jazzistiche con: Riccardo Zegna, Fabio Giachino, Fabio Gorlier, Gianni Negro, Riccardo Ruggieri, Paolo Zirilli, Giovanni Scotta, Maurizio Vespa, Simone Monnanni, Mauro Battisti, Francesco Bertone, Michele Anelli, Roberto Chiriaco, Stefano Risso, Loris Bertot, Giorgio Boffa, Massimo Camarca, Pino Russo, Alessandro Chiappetta, Marco Parodi, Massimo Epinot, Giulio Camarca, Enrico Barbaro, Lorenzo Caresana, Gigi Biava, Ciro Buttari, Massimo Filannino, Luis Casih, Fabrizio Bosso, Emanuele Cisi, Bob Moover, Andrea Aiassot, Paolo Dutto, Maurizio Mallen, Andrea Vitale, Pippo Colucci, Felice Reggio, Carol Sudalter, Francesca Olivieri, Four Fellows, Enzo Zirilli, Lorenzo Arese, Enrico Bigoni, Edoardo Bellotti, G.P. Casati, Claudio Chiara, Luigi Bonafede.

Claudio Chiara: è nato a Moncalieri (To), città nella quale risiede, il 11-10-1960.Nel 1982 si diploma in contrabbasso presso il conservatorio di musica “G.Verdi” di Torino con il maestro Enzo Ferraris e parallelemente agli studi classici si avvicina alla musica jazz studiando il sassofono come autodidatta. Dal 1986 è primo sax alto nella big band di Gianni Basso con la quale accompagna famosi musicisti americani come Lee Konitz, Ernie Wilkins etc. e, sempre come leader della sezione dei sax, collabora in diverse big band tra le quali l’Orchestra Ritmica della Rai di Milano, la big band del”Paese degli Specchi” di Bologna con la quale ha suonato con artisti come George Russel e Kenny Wheeler e nel giugno 2002 con l’Orchestra Sinfonica della R.S.I.(Radio Svizzera Italiana)suonando al Estival Jazz di Lugano con il gruppo vocale denominato “New York Voices”. Nel 1992 suona nel quartetto di Tullio De Piscopo e succesivamente nel quartetto del contrabbassista Luciano Milanese.Nel 2001 Claudio Chiara forma, insieme al fratello trombettista Fulvio e al batterista Gianni Cazzola, il “Bop Quintet” con il quale suona in diverse rassegne e festival di musica jazz, tra le più importanti “Torino International Jazz Festival”, “Ancona Jazz”,”Camera del Lavoro di Milano”, “Festival di Macerata” , “Blue Note” di Milano, riscuotendo notevoli consensi.Nel 2002 partecipa al Concorso Internazionale per Big Band di Barga (Lucca) dedicato a Monk e si classifica al secondo posto nella Sezione B Composizioni Originali con il suo brano intitolato “African Song”. Nel giugno 2003 suona nello storico gruppo “Five for Jazz” del pianista Luigi Bonafede con Pietro Tonolo, Lucio Terzano e Paolo Pellegatti per due concerti dedicati al grande sassofonista Massimo Urbani. Nel 2004 incide, con la cantante e pianista americana Patti Wicks, un cd intitolato”Basic Feeling”, un album che ha ottenuto favorevoli consensi soprattutto dalla stampa americana. Dal 1995 fa parte della band del famoso cantautore Paolo Conte con la quale ha suonato nei più importanti teatri europei. Nel febbraio 2006, sempre con la band di Conte, si è esibito in concerto sul prestigioso palco del “Medal Plazas” di Torino, in occasione dei giochi olimpici invernali “Torino 2006″. Ha suonato inoltre con Alvin Queen, Phil Woods, Dusko Gojkovic, Tom Kirckpatrick, Rachel Gould, Patti Wicks,Sagoma Everett, Bob Mover, Benny Baley, Scott Hamilton, Gianni Basso, Luciano Milanese, Tullio De Piscopo, Riccardo Zegna, Andrea Pozza, Franco Cerri, Giampiero Prina, etc.

Pietro Tonolo: Inizia a suonare jazz professionalmente nel 1976, insieme al fratello Marcello Tonolo, pianista, abbandonando l’attività già intrapresa come violinista classico. In quel periodo si trasferisce a Milano dove collabora con alcuni tra i migliori jazzisti italiani fra cui Franco D’Andrea, Luigi Bonafede, Gianni Cazzola, Larry Nocella, Massimo Urbani. Da allora si è esibito in jazz club, piazze e teatri e ha partecipato a trasmissioni radiotelevisive in tutta Europa e negli Stati Uniti, sia come leader di propri gruppi che come sideman. Dall’81 all’86 fa spesso parte del gruppo di Enrico Rava. Fra il 1982 e il 1987, suona con la Gil Evans Orchestra in un tour europeo e allo Sweet Basil di New York, a fianco di musicisti come Steve Lacy, Lew Soloff, Butch Morris e Ray Anderson. Tra il 1986 e il 1990 ha un intenso sodalizio artistico con la pianista romana Rita Marcotulli, in duo o in quartetto con Enzo Pietropaoli e Roberto Gatto. Dal 1999 al 2004 fa parte della Electric Bebop Band di Paul Motian, con la quale incide due album e partecipa a quattro tour internazionali. Ha collaborato con Kenny Clarke, Roswell Rudd, Sal Nistico, Chet Baker, Lee Konitz, John Surman, George Lewis, Barry Altschul, Giovanni Tommaso, Danilo Rea, Joe Chambers, Flavio Boltro, Aldo Romano, Kenny Wheeler, Tony Oxley, Eliot Zigmund, Steve Swallow, Miroslav Vitous e Henri Texier (con cui ha suonato in Francia, Italia, Messico, Cuba, Egitto, Siria). Ha lavorato con numerosi gruppi di musica contemporanea, tra cui Ex Novo Ensemble di Claudio Ambrosini, Laboratorio Novamusica di Giovanni Mancuso, Next Time Ensemble di Danilo Grassi e il gruppo milanese Sentieri Selvaggi. Oltre alle musiche originali dei suoi album, ha composto e arrangiato per la big band Keptorchestra e per il quartetto di sassofoni Arundo Donax.

Marco Moro: Diplomato in Flauto e in Jazz, alterna esperienze classiche e jazzistiche. In ambito classico fa parte della Camerata Musicale Ligure e dell’Orchestra Sinfonica di Bordighera. in ambito Jazz ha collaborato tra gli altri con Riccardo Zegna,Paolo Silvestri, Massimo Nunzi,Gabriele Mirabassi, Pietro Leveratto,Giampaolo Casati registrando CD e partecipando a numerosi Festival tra cui Umbria Jazz,Roccella Jazz,Siena Jazz.Ha registrato con Claudio Bisio l’audio Libro “Ecco la Storia” di Daniel Pennac uscito per il quotidiano La Repubblica.Ha registrato per Radio France lo spettacolo Calvinology scritto da Massimo Nunzi.

Davide Nari: nasce nel 1991. Nell’anno 2012 si diploma in saxofono col massimo dei voti presso il Conservatorio di Genova “N. Paganini”, nell’anno 2014 ottiene la Laurea di secondo Livello in saxofono col massimo dei voti presso lo stesso Conservatorio, nell’anno 2015 ottiene la Laurea di II Livello in Musica da Camera presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza col massimo dei voti e Lode, consegue poi la prestigiosa laurea LTCL di Concertista presso il “Trinity College of London”. Partecipa a masterclass musicali e stages tenuti dai proff. Luigi Gallo, Nobuya Sugawa e molti altri; studia inoltre direzione d’orchestra e nel 2017 viene selezionato in qualità di allievo dal M° Donato Renzetti nella Masterclass di direzione d’orchestra con l’Orchestra de “I Pomeriggi Musicali” di Milano. È inoltre invitato regolarmente a tenere Masterclass di saxofono presso diversi Corsi di Perfezionamento. Ottiene importanti Primi Premi in concorsi nazionali ed internazionali. Dall’anno 2009 è direttore artistico e docente di saxofono presso l’Associazione Musicale “S. M. Immacolata” di Loano (SV) e presso filarmoniche e complessi bandistici. Ha all’attivo numerosi concerti solistici, di musica da camera, collaborazioni e produzioni discografiche. Nell’anno 2016 ha suonato a Celles-sur-Belle (Fra) per il festival “Souffl’en Deux-Sèvres” organizzato dal quartetto di fama mondiale “Ellipsos”. E’ saxofono solista con l’Orchestra del Conservatorio “N. Paganini” presso teatri nazionali, tra i quali il teatro Carlo Felice di Genova e alla Sala Verdi di Milano e durante le rappresentazioni di “Deep South Story” (rivisitazione di R. Cecconi dell’opera “Porgy and Bess” di G. Gershwin). Ha eseguito in prima esecuzione nazionale brani di compositori contemporanei, tra i quali il “Duo for Alto Saxophone and Cello” Op. 99 (N. Kapustin) con il violoncellista Marco Decimo. Attualmente fa parte del “Riccardo Zegna ORIGINAL STANDARD OCTET”, del “Duo Brillance”, dell'”Imperial Jazz Orchestra” e del “Saxophobia” Saxophone Quartet. ‘ attivo anche nella musica jazz, potendo vantare collaborazioni con artisti di caratura internazionale e partecipazioni a festival tra i quali il “Torino Jazz Festival” e “UnoJazz” di Sanremo (IM). Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “N. Paganini”, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra Giovanile del Finale, il Teatro dell’Opera Giocosa di Savona e con artisti tra i quali Riccardo Zegna, Pietro Tonolo, Francesco Cafiso, Quatour Ellipsos, Marco Decimo, Giampaolo Casati, Claudio Chiara, Paolo Recchia, Fulvio Chiara, Luca Begonia, Dino Rubino, Enrico Zanisi e Andrea Bacchetti.

Roberto Paglieri: Studia inizialmente la tecnica di tamburo con il Prof. Geminiani, timpanista nell’orchestra sinfonica di Genova. Prosegue poi con il Prof. Bruno Torre, titolare della cattedra di percussioni al Conservatorio N.Paganini di Genova. Partecipa intanto ancora ventenne a seminari di jazz dove consegue borse di studio, unendo anche le sue capacità compositive. In seguito partecipa a seminari con Dave Garibaldi e John Riley. Suona per diversi anni musiche di diversa estrazione, per poi passare alla musica jazz sia in big band che in varie formazioni. Fra i nomi: Franco Cerri, Andrea Pozza, Dino Piana, Pietro Tonolo, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Riccardo Zegna, Luigi Bonafede, Dado Moroni, Giovanni Mazzarino, Roberto Tarenzi, Antonio Zambrini, Alberto Tafuri, Nando De Luca, Sante Palumbo, Lino Patruno, Romano Mussolini, Tony Scott, Glauco Masetti, Paul Jeffrey, Marco Panascìa, Rosario Bonaccorso, Luigi Tomelleri, Tiziana Ghiglioni, Patrizia Conte, Alice Ricciardi, Cinzia Roncelli, Laura Fedele, Gigi Cifarelli, Sandro Gibellini, Riccardo Bianchi, Luca Meneghello e molti altri. Ha fatto parte anche di una formazione classico jazzistica, il Blue Baroque Ensemble. Oltre che batterista è compositore.

Chantal Saroldi: in arte Chanty, nasce in Tanzania e prima di arrivare a studiare e lavorare in Italia vive per qualche anno anche in Taiwan. Studia Canto Jazz al Conservatorio di Cuneo e ha alle spalle una serie di esperienze formative che le hanno permesso di iniziare il suo percorso da solista: Vince il Festival Golden Disc, classificandosi prima nella sezione Inediti & Cantautori. Partecipa al prestigioso concorso per solisti jazz Premio Massimo Urbani e riceve dal Presidente di giuria Enrico Rava una Borsa di Studio per il Nuoro Jazz festival di Paolo Fresu. Nell’ambito del Berklee’s College of Music Workshop a UMBRIA JAZZ ’12, vince una Borsa di Studio per il programma estivo della celebre università musicale di Boston e si esibisce come solista in uno dei concerti in programma ad Umbria Jazz. Successivamente viene coinvolta al concerto d’apertura all’Umbria Jazz Winter di Orvieto. Frequenta il programma estivo della Berklee a Boston l’estate del 2013. Chanty viene seguita nella sua crescita artistica dal Management 3esessanta, ed entra a far parte del roster di artisti della storica casa discografica Carosello Records. Scrive come autrice per artisti nazionali e internazionali per Edizioni Curci. Nel febbraio 2015 partecipa al Festival di Sanremo nella categoria Giovani con il brano “Ritornerai” riscuotendo critiche positive da parte della stampa, partecipa a numerosi festival soul e jazz. Al momento è in studio di registrazione per il suo album di debutto.

Cristina Meschia: è nata a Verbania nel 1990. Si avvicina alla musica con lo studio del clarinetto all’ Ente Musicale di Verbania, poi si appassiona al canto alla scuola di musica Arturo Toscanini di Verbania, Vocal Classes di Luca Jurman a Milano e successivamente all’Accademia del Suono di Milano con Paola Folli, Francesco Rapaccioli e Vera Calacoci. Nel 2016 laurea in canto pop (corsi accademici di I° livello) al Conservatorio Federico Ghedini di Cuneo. Dal 2012 affina la tecnica vocale seguendo lezioni di canto posturale dell’insegnante Beatrice Sarti a Bologna.Da segnalare in particolare i lavori svolti con Paul Jeffrey, Aura Rully, Bob Stoloff, Massimo Moriconi, Danila Satragno, Luca Jurman, Riccardo Fioravanti, Riccardo Zegna, Stefano Bagnoli, Patrizia Laquidara, Beatrice Sarti, Francesco Gazzè, Franco Fussi, Fabrizio Spadea, Roberto Olzer. Nel 2015 é tra i selezionati di Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, laboratorio di alta formazione del teatro, della canzone, delle arti multimediali (un progetto promosso dalla Regione Lazio in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre e il Conservatorio Santa Cecilia). Studia con Rossana Casale, Tosca Donati, Piero Fabrizi, Ilaria Patassini (Pilar), Gabriella Scalise , Rudy Marra, Joe Barbieri e molti altri e Masterclass con il comitato scientifico composto da: Samuele Bersani, Francesco De Gregori, Carmen Consoli, Niccolò Fabi, Roberto Angelini, Gino Castaldo e Ernesto Assante… Si è esibita in vari contesti: al Teatro Toselli di Cuneo (finalista del Premio Nazionale delle Arti jazz nel 2010, ospite per lo spettacolo “LET IT BEAT”nel 2012, finalista al premio nazionale delle Arti con il gruppo 2d2 nel 2012), nel 2012 durante la Festa Europea della musica canta nei concerti sacri di Duke Ellington nella caserma della finanza di Cuneo, nella trasmissione RompiPalle Show in onda suVco Azzurra Tv e Tv Formusic canale 613 DTT, al Teatro Coccia di Novara (in ZimboIta Concert nel 2012), Palazzo dei Congressi di Stresa ( per il memorial Veronica Argento dal 2009), al Palazzetto dello Sport di Verbania per manifestazioni sportive e benefiche ( Memorial Veronica Argento, Paffoni Fulgor Basket, Lezioni di Legalità con Gian Luigi Buffon 2014, Verbania Gioca 2014) , Festival di Pescantina, “Un Paese a Sei Corde e all’ Acoustic Franciacorta a Provaglio d’Iseo, al “Galliate Master Guitar” sia con Fornara che con il chitarrista Alessio Menconi, al Centro di Incontro di Verbania, Teatro di Omegna, Teatro Galletti di Domodossola, Teatro la Fabbrica di Villadossola con l’Orchestra Giovanile “Percorsi Sonori” 2013. Al Teatro Gasometro, Teatro Palladium, Teatro Ambra alla Garbatella di Roma e Biblioteca di Spinaceto (apertura di Davide Toffolo) con “Officina Pasolini” 2015, canta per i detenuti del carcere di Cuneo con il Conservatorio Ghedini di Cuneo. Aderisce alle attività musicali del gruppo AffDown Vco, Veronica Argento Onlus, Io Corro Per un Sorriso, Piaza e Vila. Collabora con il pittore Gian Luca Lapetina negli spettacoli di Performance Art “Dalle note alla tela”. E’ tra i trenta finalisti del concorso organizzato dalla stampa UP2U con la performance da lei ideata “rami in su” che vede intrecciare le sue passioni più grandi: la musica e la pittura collaborando con la pittrice Anna Bianchi. Dal 2013 collabora con il chitarrista Dario Fornara nella scrittura di brani originali.

LagoCromatico - LOGO-23

Nella sezione Concerti…ma non solo sono disponibili le informazioni

delle altre attività previste.

LagoCromatico - LOGO-23